La Scuola Primaria in cammino verso la Pasqua

La bellezza ed il silenzio dei campi intorno all’abbazia di Morimondo hanno aiutato i bambini della Primaria a vivere con partecipazione il gesto della Via Crucis che, come padre Angelo ha detto, ci ricorda che la nostra amicizia con Gesù si gioca camminando nel tempo e nelle circostanze che Lui ci dona.

Nella vita come nella Via Crucis non siamo da soli: insieme agli amici e alla famiglia seguiamo Gesù, la croce è segno della sua presenza, del suo grande amore per noi.

Augurandovi Buona Pasqua vi riproponiamo alcuni spunti di riflessione proposti da Padre Angelo.

Nella prima stazione attraverso la figura di Zaccheo possiamo vedere che il perdono è sempre una sorpresa imprevedibile, Lui per primo ci ama e ci viene incontro. Preghiamo il Signore che ci renda capaci di riconoscerlo.

Nella seconda stazione con la parabola del figliol prodigo scopriamo che il perdono è l’amore più grande, l’unico capace di cambiare le persone. L’unica cosa che ci può cambiare è l’amore grande di Dio per noi che possiamo vedere anche attraverso gli amici e la famiglia. Preghiamo il Signore perché ci renda capaci di questo amore grande.

Nella terza stazione la figura del buon ladrone ci testimonia che l’amicizia con Gesù è una realtà grande e sorprendente che può capitare in tutti gli istanti della vita, anche all’ultimo momento. Anche noi quando viviamo l’amore di Gesù che ci accoglie con i nostri atti e i nostri peccati e ci perdona, viviamo già il paradiso, ci sentiamo a casa.

Preghiamo il Signore affinché facciamo sentire gli altri a casa amandoli come Dio ci ama.

Nella quarta stazione viviamo la morte di Gesù. È il momento più buio su tutta la terra, il più doloroso ma c’è qualcosa che risplende anche nei momenti più faticosi e difficili, è l’amore di Gesù. Lui è sulla croce per un amore grande, perché gli uomini non siano in balia del peccato e della morte. Il suo sacrificio ci parla della misura del suo amore.

La croce è quell’abbraccio che sempre riapre il nostro cuore alla vita.

La quinta e ultima stazione in cui abbiamo celebrato la Resurrezione è riassuntiva di tutto il cammino della Via Crucis. Il sacrificio di Gesù ha dato al mondo la possibilità di una gioia senza fine. È una certezza che ci sostiene in ogni momento e ci permette di vincere la paura, di superare il peccato.

Con la morte i discepoli pensavano che fosse finito tutto, ma la Resurrezione ci dice che Gesù è presente e l’amicizia tra noi è il luogo dove possiamo contemplare ancora la sua presenza che è la fonte della vera gioia.


http://www.lazolla.it/la-scuola-primaria-in-cammino-verso-la-pasqua/

Notizia pubblicata da:

SCUOLA ELEM.PAR.LA ZOLLA Milano - CM MI1E00700E

SCUOLA SECONDARIA DI 1¬ GR. LA ZOLLA Milano - CM MI1M07800T