Emilia-Romagna

L'Emilia Romagna è una delle regioni più estese della Penisola Italiana.
La superficie complessiva è di 22.447 chilometri quadrati, la popolazione di circa 4,39 milioni di abitanti. Il capoluogo è Bologna.
La regione confina con Piemonte, Lombardia, Veneto, Liguria, Toscana, Marche e Repubblica di San Marino.
Il territorio regionale è percorso in senso oriente-occidente dalla Via Emilia, un'antica strada consolare romana che costituisce una vera e propria spina dorsale della regione. Con l'esclusione di Ravenna e Ferrara, tutti gli altri capoluoghi di provincia della regione sono lambiti dalla Via Emilia: Rimini, Forlì, Bologna, Modena, Reggio, Parma, Piacenza.
L'arteria viaria separa l'area pianeggiante della regione da quella montuoso-collinare. La Pianura Padana occupa il 47,8 % del territorio regionale; la montagna il 25,1 %, la collina il 27,1 %.
Per quel che riguarda l'idrografia, la regione è caratterizzata dal bacino idrografico del Po e dei suoi affluenti: Panaro, Secchia, Enza, Taro, Trebbia. La zona sudorientale della regione è contraddistinta dal Reno e da altri fiumi minori come il Marecchia e il Rubicone.
A livello storico, l'Emilia Romagna è stata divisa in varie entità statali, che hanno fatto sì che emergessero varie differenze importanti tra una città e l'altra, che hanno conseguenze importanti anche sulla cultura e sull'istruzione.
Sino all'unità d'Italia, la parte orientale della regione (la Romagna, il Ferrarese e Bologna) appartenevano allo Stato Pontificio; Modena era capitale di un ducato che comprendeva Reggio Emilia e parte della Toscana; Parma dominava su Piacenza, sul territorio di Guastalla e su parte del Cremonese.
Di conseguenza, questa divisione territoriale ha favorito lo sviluppo di varie sedi universitarie autonome e spesso rivali tra loro, con un positivo sviluppo della qualità dell'insegnamento.
L'Università di Bologna, definita 'Alma Mater' di tutti gli atenei, è una delle più antiche e prestigiose del mondo, attiva sin dalla fine dell'Undicesimo Secolo.
L'Università di Bologna ha sedi staccate a Rimini, Forlì, Cesena e Ravenna.
All'ateneo bolognese si aggiungono l'Università di Modena (con la sua sede staccata di Reggio Emilia), quella di Parma e quella di Ferrara.
Piacenza, pur non avendo una propria università, ospita alcune sedi staccate del Politecnico e dell'Università Cattolica, entrambe con sede principale a Milano.
La massiccia presenza di sedi universitarie, distribuite su tutto il territorio regionale, fa sì che l'Emilia Romagna sia scelta da un gran numero di studenti per perfezionare i loro studi.
Per quel che riguarda l'istruzione primaria, quella secondaria e quella superiore, la gestione è competenza dei vari enti locali, come nel resto delle regioni italiane a statuto ordinario.

Nella regione Emilia-Romagna (Italia Nord Orientale) ci sono un totale di 4141 scuole pubbliche, suddivise nelle seguenti provincie

Emilia-Romagna in dettaglio:

Bologna è il capoluogo della regione Emilia-Romagna
Sito web: http://www.regione.emilia-romagna.it/
Indirizzo email: urp@regione.emilia-romagna.it